IL PUNTO DI RIFERIMENTO ITALIANO PER L’INCLUSIONE LAVORATIVA DELLE PERSONE CON DISABILITÀ 

Centro di rieducazione professionale

Nel futuro dal 1943

L’Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro (ANMIL) è nata nel 1943 ed è attualmente riconosciuta come un ente morale con personalità giuridica di diritto privato, cui è affidata la tutela e la rappresentanza delle vittime di infortuni sul lavoro, delle vedove e degli orfani dei caduti (Dpr 31 marzo 1979). Dal 1° maggio 1999 è entrata nel Consiglio di Indirizzo e Vigilanza (CIV) dell’INAIL quale unico rappresentante degli invalidi del lavoro.

Dall’esperienza maturata al servizio dei soci nasce la volontà di attivare azioni di politiche attive volte all’occupabilità di persone infortunate sul lavoro, vedove e orfani di caduti sul lavoro e, nell’ottica di diffondere e difendere il diritto al lavoro come naturale mezzo di vita ed espressione di dignità umana, di includere come beneficiari dei nostri servizi anche gli invalidi civili.

Al fine di perseguire questa volontà abbiamo sviluppato su tutto il territorio nazionale una serie di servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro, attuati attraverso le nostre agenzie autorizzate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (prot.13/I/0011332 del 09/08/2010) all’esercizio a tempo indeterminato dell’attività di intermediazione (di cui all’art. 2, comma 1, lettera b del decreto legislativo n. 276/2003).

La nostra Mission è duplice: per i candidati, il supporto nella ricerca attiva del lavoro; per le aziende, un servizio mirato alla consulenza in merito alla normativa sull’inserimento delle persone con disabilità.

L’obiettivo è il riconoscimento delle agenzie per il lavoro ANMIL come interlocutrici specialistiche in materia di lavoro e disabilità, sia da parte dei cittadini che delle imprese e enti sul territorio.

Lo scopo non è attivare servizi massivi, ma servizi di qualità, dove per qualità si intende la ricchezza di sfaccettature, la specializzazione e la definizione di singoli progetti personalizzati.
In quest’ottica, al fine di potenziare le possibilità di inserimento/reinserimento di lavoratori con disabilità, poniamo particolare attenzione alla valorizzazione delle capacità residue dei soggetti e strutturiamo interventi formativi mirati, perché crediamo che la formazione abbia un ruolo di primaria importanza nella riqualificazione sia professionale che sociale.

Crediamo nella centralità della persona e la accompagniamo nel mondo del lavoro attraverso corsi di formazione professionale, formazione continua e percorsi di inserimento e reinserimento lavorativo.

Crediamo che anche le aziende debbano essere accompagnate nel processo di inserimento di nuove risorse attraverso servizi di consulenza personalizzati affinché l’obbligo di assunzione possa diventare un’opportunità e un valore aggiunto.

Crediamo nell’importanza della cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro e la promuoviamo attraverso attività di testimonianza e sensibilizzazione all’interno delle aziende e dei contesti educativi.

Crediamo nel lavoro, come naturale mezzo di vita ed espressione di dignità umana, possibile veicolo di crescita e di riscatto sociale.

Torna su
Skip to content